Individuazione
Trimestrale di psicologia analitica e filosofia sperimentale a cura dell'Associazione G.E.A.
Direttore : Dott. Ada Cortese
Via Palestro 19/8 - 16122 Genova - Tel. 010-888822 Cell 3395407999

Home Anno 11 N 39
Marzo 2002 Pag. 1 Mario Quaglia


Mario Quaglia

 FONDO 

... E BUONA PASQUA!

L'obsolescenza programmata

Ieri mi si è guastato il trapano, allora l'ho aperto ed ho scoperto che si era rotto un cilindretto di plastica messo lì per collegare il motore col mandrino (cioè quella "testa" brunita nella quale si inserisce la punta per fare i buchi).
Un "amico-che-sa-tutto" mi ha spiegato che quello è un giunto elastico, e che è stato realizzato in plastica per garantire "l'obsolescenza programmata" del mio trapano. Insomma la plastica che inizialmente è elastica e ben serve allo scopo, dopo un po' diventa rigida e fragile e si rompe al primo utilizzo.
"L'obsolescenza programmata" sembra indispensabile per mantenere la continuità di quel mercato globale e consumistico al quale noi siamo condannati.
L'amico mi racconta del prosperare di aziende che studiano, inventano e brevettano lubrificanti che dopo un po' smettono di lubrificare, gomme che irrigidiscono, vernici che diventano porose, ecc.
Insomma, in ciò che mi viene venduto è sempre inserito deliberatamente una sorta di freudiano "istinto di morte" che ne limita la vita ed il funzionamento. Ciò mi sembra disonesto anche perchè trasforma la mia Weltanschauung domestica.
Mi sento letteralmente circondato da oggetti "agonizzanti" che mi trasmettono col "ticchettìo" dei loro orologi interni l'ansia e la tristezza del loro destino di programmata "obsolescenza".
Così, in questo periodo pasquale in cui le riflessioni sulla morte si sprecano, passando di metafora in metafora, mi viene in mente l' androide di Blade Runner ed il vigore con cui egli, macchina molto avanzata, non sa rassegnarsi e combatte contro il programma della propria obsolescenza.
E di nuovo lo ricordo, reduce scampato ai bastioni di Orione, sul tetto del grattacielo mentre celebra il suo inno alla vita e mescola alla pioggia incessante le sue lacrime e le mie.


Mario Quaglia


 HOME     TOP   
Tutti i diritti sui testi qui consultabili
sono di esclusiva proprieta' dell'Associazione G.E.A. e dei rispettivi Autori.
Per qualsiasi utilizzo, anche non commerciale,
si prega prima di contattarci:

Associazione GEA
GENOVA - Via Palestro 19/8 - Tel. 339 5407999